Storia intorno al cerchio

Energiser / Riscaldamento, Divertimento, Fare conoscenza, Rompighiaccio

Ideazione e generazione di idee, Team – building, Visione

Comunicazione, Creatività / creare, Gioco d’improvvisazione, Storytelling

Fino a 30 minuti, Fino a 60 minuti, Tra 60 e 120 minuti

6-15 persone

Principiante

Sicura

Introduzione

L’obiettivo principale è divertirsi, conoscersi, creare una visione per la squadra, esercitare l’immaginazione, apprezzare la diversità di pensieri e stili.

Dovete sedervi intorno a un tavolo o in cerchio, in modo che tutti possano vedersi e sentirsi a vicenda. Possibilmente avere una persona come registratore (su carta o con un dispositivo di registrazione) – questo è opzionale; considerate se può inibire le persone e se l’archiviazione della storia sarebbe utile.

L’organizzatore può decidere se la storia sarà su un certo tema, e se sì, identificarlo. (ad esempio, “Come sarà la nostra organizzazione tra 5 anni, e come ci arriveremo”; “Il giorno in cui tutto è andato storto con il nostro grande evento”). La storia potrebbe riguardare una sfida reale che la squadra deve affrontare e come affrontarla, con fantasia ok o addirittura incoraggiata o richiesta.

Strumenti necessari (cosa ti serve)

  • Dispositivo di registrazione da concordare prima dell’attività

Passaggi

  1. L’organizzatore può iniziare la storia, ad esempio: “C’era una volta, in una terra lontana, 5 persone che si riunirono per risolvere tutti i problemi del mondo. Tutto sembrava facile, finché un giorno una delle persone vide all’orizzonte… “
  2. Intorno al cerchio, ogni persona a turno aggiunge il suo “pezzo” alla storia. L’organizzatore può stabilire un limite di tempo per ogni persona, come un minuto, o suggerire che ogni contributo sia un paragrafo o due frasi. Suggerire che alcune parti finiscano con una frase incompleta o un cliff hanger come “e poi. “o “Fortunatamente per lei…”. La storia può arrivare ad una conclusione con l’ultima persona nel cerchio, o si può girare due o più volte, o con un limite di tempo.
  3. Alla fine dell’attività, potete fare il debriefing e discutere il processo. Discutete se la storia ha idee o lezioni rilevanti per le attività regolari del gruppo.

Quando si conclude l’esercizio? Come finisce?

  • Quando scegliete l’ordine di gioco, fate scegliere ad ogni persona il prossimo partecipante o fate scegliere al facilitatore la prossima persona. Assicuratevi che nessuno vada più di una volta.
  • Scegliete uno strumento di lavagna online che vi permetta di usare una grande tela zoomabile e aggiungete ogni riga della storia come un post-it.
  • In alternativa, usate un Google Doc condiviso per registrare la storia. In entrambi i casi, si consiglia di avere una persona designata a prendere appunti in modo che i partecipanti possano concentrarsi sul trovare risposte divertenti alla riga precedente.
  • Quando si facilita una discussione di gruppo, raccomandiamo che i partecipanti usino mezzi non verbali per indicare che vorrebbero parlare. È possibile utilizzare strumenti come gli strumenti di feedback non verbale di Zoom, un emoji di reazione, o semplicemente chiedere alle persone di alzare la mano. Il facilitatore può quindi invitare quella persona a parlare.

The exercise is successfully completed when? Conclusion?

Condividi

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email